Fauna ittica
Uova Persico

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare la fauna ittica del lago di Como è molto ricca e varia, si pensi che nelle nostre acque dimorano stabilmente circa 25 specie di pesci: questi vivono nella fascia litoranea (pesci litoranei) e nelle acque aperte (pesci pelagici), la differenza principale tra le due categorie sta nel fatto che i pelagici in virtù della minore competitività che regna nelle acque aperte possono meglio sfruttare le poche riserve alimentari presenti, in queste acque si hanno pesci che si cibano di fitoplancton e gamberetti e altri pesci che predano i primi, si forma così una catena alimentare ristretta che favorisce lo sviluppo fisico e qualitativo dei pesci. Mentre i pesci litorali sono di contro più piccoli e meno pregiati in quanto vivono in un'ambiente più ricco di sostanze nutritive ma anche più competitivo e con una maggiore probabilità di divenire a loro volta predati da altri pesci. Conseguentemente sulle coste dove si immergono i sub è abbastanza difficile vedere pesci di grosse dimensioni. Molte specie compiono spostamenti tra la zona pelagica e zona litorale. Questo fenomeno lo si può osservare duranre il periodo riproduttivo, ad esempio: agone, lavarello, si spingono fino a riva per deporre le uova in acque molto basse e pulite, mentre la trota - se non trova ostacoli - risale i torrenti immissari del lago. L'alborella invece che vive in branchi numerosi è presente nelle acque superficiali pelagiche, ma in estate la sì può notare in acque basse lungo le sponde del lago e periodi invernali si sposta in acque profonde. La fauna ittica si può ragruppare in quattro pricipali famiglie: Salmonidi: che comprendono trote, salmerini, e coregoni. Ciprinidi: cui appertengono alborelle, scardole, cavedani, triotti, pighi, tinche, carpe ecc. Percidi: persico e sandra. Centrarchidi: con persico trota e persico sole.

Agone

 

nome latino: Alosa fallax lacustris
famiglia: Clupeidae
ordine: Clupeiformes

morfologia: forma allungata e compressa lateralmente; colorazione verde-azzurra sul dorso e argentata sui lati e sul ventre; una serie di macchie scure è presente sul dorso. Il bordo inferiore del ventre è caratterizzato dalla presenze di dentelli prominenti e accuminati (carenatura ventrale).
taglia:
può superare i 30 cm. mediamente misura 25 cm. con peso di 50-60 g.
habitat:
specie gregaria di origine marina con abitudini migratorie, è divenuta sedentaria tipicamente nei grandi bacini lacustri subalpini (Lugano, Como, Iseo, Garda), dove vive in banchi nelle acque pelagiche.

Agone
Alosa fallax lacustris

 

 


Alborella

 

nome latino: Alburnus alburnus alborella

famiglia: Cyprinidae

ordine: Cypriniformis
morfologia: forma allungata e compressa lateralmente; colorazione verde con riflessi argentei; una fascia grigia longitudinale è più o meno visibile. La bocca è leggermente rivolta verso l'alto; le squame sono sottili e facilmente staccabili.
taglia: può raggiungere i 15 cm.

habitat: nei grandi laghi subalpini vive in branchi, spesso di notevoli dimensioni, nelle acque superficiali pelagiche, migrando tuttavia anche nella zona litorale. Trascorre il periodo invernale a profondità maggiori rispetto a quelle scelte dagli altri ciprinidi. In ambienti lacustri di piccole dimensioni è ubiquitaria, mentre nei corsi d'acqua preferisce le zone di riva a bassa velocità di corrente.

Alborella
Alburnus alburnus alborella


Anguilla

 

nome latino: Anguilla anguilla
famiglia:Anguillidae
ordine: Anguilliformes
morfologia: corpo molto allungato a sezione cilindrica anteriormente e compressa lateralmente nella regione della coda; colorazione molto scura sul dorso, giallastra o grigia sul ventre; pinna dorsale, caudale ed anale fuse in un'unica pinna; mancano le pinne ventrali; squame piccolissimo e cute molto scivolosa per l'abbondanza di muco prodotto da apposite cellule cutanee.
taglia: può raggiungere i 150 cm di lunghezza.
habitat: dai fiumi scende al mare per riprodursi, predilige gli ambienti con fondali melmosi pur adattandosi a qualunque ambiente d'acqua dolce.

 

mappa migrazione
In questa cartina si possono vedere i percorsi di migrazione delle anguille

Anguilla anguilla
Anguilla anguilla